ZOOM SULL’ARTE
Tour virtuali sulle tracce del bello 

Zoom sull’Arte è il nuovo format proposto da GibArt per continuare a camminare sulle tracce del bello anche da casa e nasce dalla volontà di condividere la passione per l’arte, la cultura e il territorio anche a distanza.

Nella creazione di questo progetto siamo partiti da un punto fermo: non vogliamo proporre approfondimenti su monumenti e luoghi di Milano che potremo tornare – presto o tardi – a visitare insieme, bensì cogliere l’occasione per offrire percorsi tematici con un respiro più ampio, che abbraccino l’universo Cultura in modo libero, originale e trasversale. 

Gli incontri di Zoom sull’Arte sono perciò organizzati in specifiche sezioni, ciascuna delle quali offre un ventaglio di approfondimenti che si propongono come incontri dialogici e momenti di confronto con le nostre guide attraverso la condivisione di immagini, testi e pensieri.

Le mini conferenze hanno una durata variabile, tra 60 e 80 minuti, a seconda del percorso, e avvengono sulla piattaforma Zoom, accessibile da smartphone, tablet e pc. La partecipazione agli incontri prevede una quota di adesione libera a partire da 7 €.

Iscriversi è semplice: scegli l’approfondimento e contattaci a info@gibart.it oppure al 392 4867306 specificando la visita scelta, il numero di partecipanti e la data dell’incontro; riceverai le indicazioni per effettuare il pagamento e il link per accedere in sicurezza alla piattaforma.


Gli Zoom sull’Arte di GibArt:

 

CICLI D’ARTE 

Nella storia ci sono stati e ci sono momenti, luoghi e persone che nutrendosi della grande lezione del passato, hanno saputo orientare la tradizione pittorica verso nuove prospettive, facendo nascere e crescere cantieri che sono diventati punti di rilancio e svolta verso la modernità. GibArt ti porta a conoscere le grandi botteghe e i singoli geni che hanno dato vita a capolavori assoluti della storia dell’arte, grandi alleati in questo nostro tempo di ripartenza.

GIOTTO AD ASSISI: la grande culla dell’Arte Moderna

PIERO DELLA FRANCESCA AD AREZZO: la “Leggenda della Vera Croce”

IL LUNGO CANTIERE DELLA CAPPELLA SISTINA: il genio di Michelangelo

IL LUNGO CANTIERE DELLA CAPPELLA SISTINA: il Giudizio Universale di Michelangelo

 

FOTOGRAFIA D’AUTORE  

“Quello che un buon fotografo deve cercare di fare è mettere sulla stessa linea di mira il cuore, la mente e l’occhio.” GibArt propone un primo ciclo di incontri dedicato ad alcuni dei più grandi nomi della fotografia: un modo per guardare la realtà attraverso gli occhi – e l’obiettivo – di fotografi che hanno saputo “cogliere l’attimo” e sublimarlo in immagini ancora oggi iconiche.

ROBERT CAPA: stare dentro le cose

HENRI CARTIER-BRESSON: l’eternità in un attimo

VIVIAN MAIER: gli scatti segreti di una tata speciale

 

GRANDI ARTISTI

“Ogni singola opera d’arte è l’adempimento di una profezia.”
GibArt si propone di offrire uno sguardo nuovo, profondo e indagatore sull’opera dei grandi maestri dell’Arte del passato. Un approccio che metta al centro dell’indagine artistica l’uomo creatore, l’artista, pienamente inserito nel suo tempo e nei suoi luoghi, per capire la complessità dell’opera d’arte, risultato finale del processo creativo.

MICHELANGELO SCULTORE: la sfida del marmo

IL “DIVINO” RAFFAELLO: le Stanze Vaticane

L’EQUILIBRIO DI RAFFAELLO: tra ritratto e arte sacra

 

ARTISTI CONTEMPORANEI

GibArt presenta un ciclo di incontri dedicati ai grandi artisti della contemporaneità. Facendo nostro l’enunciato di Maurizio Nannucci “All Art Has Been Contemporary”, approfondiremo i linguaggi e la poetica dei protagonisti dell’Arte dei nostri tempi, perchè non possiamo dimenticarci che “tutta l’Arte è stata contemporanea”.

MARINA ABRAMOVICH E JENNY SAVILLE: donne in azione nell’arte contemporanea

ANSELM KIEFER: l’artista della Storia, tra Rovine e Memoria

JAMES TURRELL E ROBERT IRWIN: l’esperienza della percezione: sensi, luce e spazio

 

ITINERARI DI VIAGGIO | TESORI D’ITALIA

Il desiderio di esplorare i luoghi della nostra amata Italia è più vivo che mai.
Vi proponiamo una serie di incontri che vi porteranno a viaggiare virtualmente attraverso la nostra Penisola: dai suggerimenti per un fuoriporta alternativo a tour di più giorni che potrete rivivere con noi o in autonomia nei prossimi mesi. Vi daremo spunti per scoprire monumenti, borghi e regioni più o meno conosciuti, nella convinzione che il nostro è davvero il Paese delle Meraviglie.

GRAN TOUR SUL LAGO DI COMO: in crociera risalendo il Lario

TOSCANA IN CAMMINO: alla scoperta della Val d’Orcia 

SUD UNCONVENTIONAL: esplorando la Basilicata

LE VIE DEL MARMO: alle origini del Duomo di Milano

QUEL RAMO DEL LAGO DI COMO: risalendo il Lario da Lecco a Gravedona 

VENETO TERRA SERENISSIMA: Verona, Vicenza, Padova, Venezia

 

ORIZZONTI DI INFINITO NELL’ARTE

Il de-siderio di infinito, del cielo, dei grandi orizzonti, è stato il motivo che ha mosso una lunga schiera di artisti, poeti, musicisti e pittori. Nelle loro creazioni essi esprimono tutta la tensione e la nostalgia di un punto ultimo, misterioso e di ricerca di senso, cui tende tutta la vita dell’uomo. Attraverso alcuni Grandi dell’arte vogliamo offrire, su questo tema di rinnovata attualità, un’opportunità di confronto e di conoscenza.

FRIEDRICH: Il mistero del cielo, dei boschi, del mare, della notte.

TURNER E CONSTABLE: L’Io che si perde e si ritrova nell’estasi della natura.

SEGANTINI: La tensione alle cime, all’alto dei cieli, alla luce ultima.

CHRISTO: Il cammino inarrestabile della vita e la strada che va sempre oltre.

 

L’ARTE TRA LE PARETI DI CASA 

Non pochi sono gli artisti che hanno fatto delle pareti domestiche l’orizzonte del loro agire artistico, nell’esistenziale convinzione che il limite dei muri tale non fosse. Quello che apparentemente sembra essere un confine e un limite, in modo quasi paradossale, si pone come possibilità di apertura al mondo circostante e addirittura suo sconfinamento e integrazione.

VERMEER: Una luce che allarga gli orizzonti domestici, facendo della casa il mondo.

CEZANNE: La realtà in profondità dentro le cose vicine e di casa.

MATISSE: La finestra come diaframma che porta dentro quel che sta fuori.

HOPPER: Il silenzio della luce che suscita tensione e nostalgia.

 

L’UOMO É SE OPERA

Nei secoli, il lavoro è stato oggetto dell’indagine e dell’espressione artistica, che ha dato forma visiva alla massima “L’uomo è se opera”, sintesi particolare della nostra civiltà occidentale. Vi proponiamo mini conferenze che hanno a tema il lavoro visto come applicazione creativa e costruttiva dell’uomo, con percorsi che attraversano la storia fino a raggiungere la contemporaneità.

IL CICLO DEI MESI E DEI LAVORI A PARMA: Uomini all’opera. I tanti mestieri che hanno abbellito campagne e città nel Medioevo.                                                                  

VAN GOGH: Le mani nei colori e nella terra. Una natura trasformata e abbellita dal lavoro. RIPARTENZA AL LAVORO DI SETTEMBRE 

FUTURISMO: Uomo, macchina e velocità. Il vortice del lavoro moderno e la sua dirompente estetica.

 

*Gli Zoom sull’Arte si effettuano a partire da un minimo di 7 partecipanti.